De Oliveira che ci seppellirà tutti

Dovette prenderla male Manoel de Oliveira quando nel 1985, a 77 anni suonati, fu premiato alla Mostra del cinema di Venezia con il Leone d’oro alla carriera, quasi a volerne sancire la fine artistica, o comunque il declino. Gli ingenui assegnatori dovettero credere che il vecchio Manoel potesse a buona ragione decidere di farsi da […]

Il gemello segreto di Ferzan Ozpetek

La cosa che proprio non sopporto delle code all’ufficio postale è le persone che fanno la fila, o per meglio dire, quelli che si lamentano durante l’attesa: qualunquisti, invidiosi, sostanzialmente ignoranti, sfogano la miseria delle loro esistenze apostrofando quei poveri impiegati agli sportelli già costretti a svolgere un lavoro monotono, poco appagante e che li […]

“Muoiono solo gli stronzi”

Mi ha fatto sempre un po’ specie l’immediato spuntare di commenti, articoli, trafiletti, servizi televisivi sulla morte di qualcuno (anche se resto incuriosito da questa singolare figura del redattore di “coccodrilli”), e se qualche ipotetico lettore di questo blog fosse interessato alla carriera di Mario Monicelli gli consiglio di dare una rapida scorsa su wikipedia […]

La solitudine dei numeri primi

Come hanno scritto alcuni critici che vogliono tenersi buoni sia le case di produzione che i registi nostrani considerati non ancora finiti: “Saverio Costanzo si assume il non facile compito di rileggere il best seller omonimo di Paolo Giordano”. Molti hanno poi proseguito con l’insostenibile teoria da giudice del campionato tuffi: “Certo, il compito non […]

E vaffanculo a Tornatore

Qualche tempo fa ho avuto una discussione con l’amico Peppone sul finanziamento pubblico alla cultura e allo spettacolo. Lui sosteneva che, facendone a meno, parecchi si troverebbero con le pezze al culo, io sono però dell’idea che spesso questi soldi vengano buttati via. Esempio. In questo periodo sono usciti al cinema Barbarossa e Baarìa. Il […]